Pubblicazione di Matrimonio
stampa

Descrizione
La pubblicazione di matrimonio è il procedimento con il quale l'Ufficiale di Stato Civile accerta l'insussistenza di impedimenti alla celebrazione del matrimonio


Requisiti
• Maggiore età.
• I minori devono essere in possesso dell'autorizzazione del Tribunale per i minorenni.


Come richiederlo
L'affissione all'albo pretorio vale come pubblicità-notizia ai fini di eventuali opposizioni.
La pubblicazione deve essere richiesta all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove ha la residenza uno dei futuri sposi, anche nel caso di matrimonio religioso, ed è fatta nei comuni di residenza degli sposi.
Nel procedimento anzidetto si possono distinguere tre fasi :
1. avvio della pratica di matrimonio: inizia con la richiesta della pubblicazione, effettuata da entrambi gli sposi che devono presentarsi personalmente all'Ufficio di Stato Civile. In tale sede verranno rese le dichiarazioni e firmato l'apposito "processo verbale". Qualora gli sposi intendano contrarre matrimonio religioso, devono essere muniti della richiesta del Parroco.
Non è richiesta la presenza di testimoni.
2. istruttoria: durante questa fase l'ufficiale di stato civile acquisisce d'ufficio la documentazione necessaria a comprovare l'esattezza dei dati dichiarati utili alla celebrazione, presso i Comuni di nascita e residenza.
3. esposizione delle pubblicazioni: completata l'acquisizione della documentazione necessaria, l'Ufficiale di Stato Civile provvede all'esposizione delle pubblicazioni all'Albo Pretorio, e/o a richiedere analoga esposizione al Comune di residenza dell'altro sposo, se diverso dal comune in cui è stata presentata l’istanza .
Le pubblicazioni devono rimanere affisse all'Albo Pretorio per almeno otto giorni interi.
Il matrimonio deve essere celebrato entri i sei mesi (180 giorni) successivi alla pubblicazione in qualsiasi Comune italiano.
Nel caso di matrimonio religioso i futuri sposi, trascorsi i termini di legge, ritireranno il nulla osta alla celebrazione, per la consegna al Parroco o al Ministro di culto.
Nel caso di matrimonio civile da celebrarsi in Comune diverso da quello di residenza degli sposi, dovrà essere richiesta apposita delega.
 


Dove richiederlo
Presso l’ufficio di matrimoni del Comune di appartenenza di uno dei due futuri coniugi.


Quando richiederlo
Entro 180 giorni precedenti la celebrazione del matrimonio.

Documenti richiesti
  • Nel caso di matrimonio civile: richiesta di pubblicazione da parte dei due futuri sposi;
  • Nel caso di matrimonio religioso: richiesta di pubblicazione da parte del parroco o del ministro di culto;
  • Nel caso di straniero che vuole sposarsi in Italia: nulla osta rilasciato dal proprio Consolato o Ambasciata e un documento attestante la regolarità del soggiorno nel territorio italiano.